domenica 24 giugno 2018

La nuova raccolta di racconti di Andrea Cosentino vi aspetta a "L'ARGOLIBRO"



“Nessuno può distruggere i nostri sogni se non noi stessi.”
Il sogno, le coincidenze, la fatalità, il destino…
Otto racconti appassionanti e coinvolgenti,
diversi per ambientazione ma identici nel tema.
Vividi omaggi alla supremazia del sogno e alla bellezza della vita,
oltre la carne e la necessità, verso l’impossibile.

Presentazione
IL SOGNO DI ICARO
di Andrea Cosentino
Edizioni “L’ArgoLibro”

Qui trovate la pagina dedicata all’opera.

Durante l'incontro saranno proiettati vari video,
tra i quali il book-trailer de 
"LA SAVANA",
realizzato da "Cilento Channel".

SABATO 30 GIUGNO – ORE 20:00
Libreria indipendente “L’ARGOLIBRO”
Viale Lazio, 16
(Zona sud, adiac. Via Salvo D’Acquisto, nei pressi del Centro per l’Impiego,
accanto a “Ricambi Iannuzzi” e a “Mani di Fata”)
Agropoli (SA)
Infoline: 3395876415



A “L’ARGOLIBRO” un fine settimana dedicato alla “Clown terapia” con David Cerrone



Chi sono?
Attore, commediante, clown con più di dieci anni di esperienza sul palco e come insegnante. Esperienza come clown dottore in Cile con ClownSiente ed in Russia con Patch Adams. Clown volontario in vari paesi per diverse ONG in Palestina, Kenya, Africa del Sud, Bolivia, Cile, Nepal, India, Turchia...

Cos’è?
È un corso per scoprire il proprio clown interiore, per liberare il bimbo nascosto in sè e per vedere il mondo con uno sguardo rinnovato e più empatico. L’idea è di rafforzare le qualità umane di chi dovrà poi prendersi cura degli altri attraverso un percorso di consapevolezza e d’amore, sempre con allegria e buon umore. Ognuno potrà trovare una missione al proprio clown: sia per vivere la vita con più allegria, sia per farlo vivere su palchi
oppure per portare luce ed allegria negli ospedali, negli orfanotrofi, nelle case di accoglienza...

Per chi?
Il corso è aperto a tutti coloro che sono curiosi di scoprire il mondo del clown, vogliono lavorare in modo creativo e sviluppare una maggior consapevolezza delle proprie risorse e strategie d’aiuto. Professionisti, amateur o curiosi, questo corso è aperto a tutti quelli che hanno voglia di imparare e di crescere!

Visita il sito www.thelaughingbackpack.com   


Corso con DAVID CERRONE
Sabato 14 e domenica 15 LUGLIO 2018 – 12 ore totali
Costo: euro 70,00
Libreria indipendente “L’ARGOLIBRO”
Viale Lazio, 16 (zona sud, adiac. Via Salvo D’Acquisto) - Agropoli (SA)
Informazioni e prenotazioni entro il 5 luglio al  numero 3389566074
(Attenzione: telefonare dalle 13.00 alle 14.00 e dalle 19.00 alle 21.30)

domenica 10 giugno 2018

A Capaccio i "Cervelli scigliati - Spettinati"

Martedì scorso c'è stato l'incontro conclusivo del progetto realizzato in collaborazione tra l'Istituto Comprensivo "Costabile Carducci" di Capaccio Capoluogo, lo scrittore Gennaro Guida e la casa editrice "L'ArgoLibro".
Nel corso di una serie di incontri, gli alunni della Seconda e Terza Media del Plesso di Scigliati hanno dato vita ad un'antologia di racconti e poesie presentata durante l'incontro finale.
Oltre a Gennaro Guida, un plauso particolare va al Dirigente Scolastico Professoressa Silvana Pepe e al Tutor d'aula Professoressa Gabriella Lista. Naturalmente, vanno ringraziati anche tutti i ragazzi che hanno partecipato attivamente al progetto, vero "motore attivo" dell'iniziativa.
Grazie anche all'insegnante Milena Esposito che ha partecipato ad alcuni incontri.
Gennaro Guida è scrittore particolarmente attivo e sensibile nel campo della letteratura per ragazzi. Tra le sue pubblicazioni più recenti, ricordiamo "I Borghi dei Misteri - Racconti di un Cilento incantato" (cliccate qui per visitare la pagina dedicata). Di prossima pubblicazione, sempre con la casa editrice "L'ArgoLibro", "Storie da 100 Parole", che sarà illustrato dalla pittrice e illustratrice Rosa Cianciulli
Ecco alcune foto dell'incontro di martedì.





sabato 9 giugno 2018

A "L'ARGOLIBRO" il nuovo romanzo di Paolo Fiore



SABATO 16 GIUGNO ORE 18:30
Presentazione
 SOLO SABBIA TRANNE IL NOME
di PAOLO FIORE
Manni Edizioni

Incontro a cura di:
NICOLA VACCA
GIANFRANCESCO CAPUTO


Marco, studente universitario, il professore, la compagna di corso e sua madre, una famiglia strampalata ma poi non tanto, l'omeopatia e la filosofia, Roma e Berna: personaggi e luoghi ruotano attorno all'Angelus Novus di Paul Klee.

«Testo colto, ironico, avvolto nelle stesse fascinazioni che racconta, “Solo sabbia tranne il nome assorbe linfa da molteplici vene di pensiero. Paolo Fiore si spinge alla ricerca di una sacralità immanente, sottesa alle cose, e stimola il lettore ad interrogarsi sul mistero che è in lui.»
(Alessandro Vergari)

Libreria indipendente

L’ARGOLIBRO
Viale Lazio, 16
(Zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto,
nei pressi del Centro per l’Impiego,
accanto a “Mani di Fata”
e a “Ricambi Iannuzzi”).
Agropoli (SA)
Infoline: 3395876415

giovedì 7 giugno 2018

A "L'ARGOLIBRO" parliamo dei (grandi) pericoli delle microplastiche



Cosa sono le microplastiche?
Dove si trovano? 
Perché sono molto dannose per la nostra salute 
e per la salute del pianeta?
Ne parliamo insieme alla
Dottoressa ELVIRA SERRA.

Appuntamento a
GIOVEDÌ 14 GIUGNO ORE 18:30

Libreria indipendente "L'ARGOLIBRO"
"Il Salottino di Argo"
Viale Lazio, 16
(zona sud, adiac. Via Salvo D'Acquisto,
accanto a "Mani di Fata"
e a "Ricambi Iannuzzi")
Agropoli (SA)
Infoline: 3395876415

"L'ARGOLIBRO":
facciamo largo ai buoni eventi!



lunedì 4 giugno 2018

Con il caldo estivo arriva anche il nuovo Segnalibro!





(clicca sulle immagini per ingrandirle)

Partecipa al Segnalibro ANCHE TU
condividi la TUA arte!

Giugno: estate… ci siamo quasi!
Questo mese nel Segnalibro trovate:
- il disegno originale di Emanuele Di Spirito;
- le poesie di Mario Luzi, Giuseppe Ungaretti, Concha Urquiza;
- il racconto di Elisabetta Mattioli;
- spazio dedicato alle pubblicazioni de L’ArgoLibro «Il cercatore di erbe» di Francesco Gangale, «L’eleganza delle cose mai fatte» di Nigel Lembo e «Rino Gaetano - La tragica scomparsa di un eroe» di Bruno Mautone;
- spazio dedicato alla pubblicazione «L'isola di Ortigia» di Elisabetta Mattioli;
- news sugli eventi di giugno che si terranno presso la Libreria L’ArgoLibro (blog dedicato 
www.largolibro.blogspot.it) di Agropoli, a Stella Cilento e a Montecorice;
- informazioni per aderire ai concorsi aperti a coloro che vogliono essere pubblicati sul Segnalibro (clicca qui);
- informazioni per partecipare alla Rassegna “A Testa Alta”;
- informazioni sulla Casa editrice L’ArgoLibro e sulla libreria indipendente omonima;

 …e ancora curiosità, news,
aforismi…

I nostri concorsi on line e cartacei ti aspettano, clicca sui nomi:

martedì 29 maggio 2018

Alla "Tana della Sirena" il nuovo libro di Nigel Lembo



Domenica 3 giugno – Ore 19:00
PRESENTAZIONE
L’ELEGANZA DELLE COSE
MAI FATTE
di Nigel Lembo
Edizioni “L’ARGOLIBRO

La serata si svolgerà con diverse letture accompagnate da coinvolgenti musiche,
si alterneranno artisti e poeti, attori e musicisti,
 per farvi entrare nel cuore l'eleganza delle cose mai fatte.
Un buffet conviviale sarà il cibo per il corpo,
le estemporanee degli artisti quello per l’anima.


La poesia di Nigel Lembo, artista poliedrico sensibile a più linguaggi, è figlia di una particolare musicalità che l’autore “vede” ovunque, intorno a sé: in un gesto, in uno scenario, ma anche in un ricordo, in un rimpianto.



Vi aspettiamo presso la
TANA DELLA SIRENA
Via San Nicola a Mare, 14
84060 Montecorice (Salerno)

Ingresso libero.

venerdì 25 maggio 2018

Una serata speciale dedicata a Emily Brontë



Una cornice speciale per una serata speciale…

“L’ARGOLIBRO”
vi invita presso
Il Giardino delle Cherubine
(abitazione privata)
per la presentazione della prima biografia completa
dedicata a Emily Brontë
e pubblicata nel 1883 da Agnes Mary Robinson.
Per la prima volta questa pregevole biografia è stata tradotta in italiano,
a cura della Professoressa Maddalena De Leo,
docente di inglese e punto di riferimento della “Brontë Society
di cui fa parte fin dal 1975.
L’opera è stata edita dalle Edizioni “L’ARGOLIBRO”.



Presenta Milena Esposito
Sarà presente Maddalena De Leo
Arpa celtica: Antonietta Di Sessa
Interpretazione teatrale: Biancarosa Di Ruocco
Costumista: Elena Passaro

Buffet di dolci tipici inglesi
offerti dal “Driin Bar” di Patrizia Marino

Agropoli, 10 giugno 2018, ore 19:00

Quota di partecipazione: euro 20,00
(comprensiva del libro, di dolci e di souvenir).

Numero chiuso, posti limitati,
partecipazione solo su prenotazione.

Per qualsiasi informazione:
3292037317 – largolibro@gmail.com


1818-2018
duecentesimo anniversario della nascita
di Emily Brontë

mercoledì 16 maggio 2018

"Attraverso lo specchio" con Ilaria Corleto



DOMENICA 20 MAGGIO ORE 19:00
Vi aspettiamo a “L’ARGOLIBRO” per un nuovo incontro
particolarmente interessante.

ATTRAVERSO LO SPECCHIO
A cura di
ILARIA CORLETO
Psicologa

Ognuno di noi si guarda ogni giorno allo specchio, 
ma l’immagine che vede è davvero quella reale?
Ne parliamo insieme in un incontro piacevole e interattivo.

Libreria indipendente
"L’ARGOLIBRO"
Viale Lazio, 16
(Zona sud, adiacente Via Salvo D’Acquisto,
nei pressi del Centro per l’Impiego).
Agropoli, Salerno.
Infoline: 3395876415

"L'ARGOLIBRO": largo ai buoni eventi!

Lino Mosca a "L'ARGOLIBRO"


SABATO 19 MAGGIO ORE 18:30
Presentazione
MARIO... E L'ACCENDINO
DANNATO
di Lino Mosca
Edizioni Il Saggio

Il quinto libro dello scrittore e saggista Lino Mosca è un racconto avvincente, tutto da scoprire.


L'ARGOLIBRO
è ad Agropoli (SA)

in Viale Lazio 16
(zona sud, adiac. Via Salvo D'Acquisto,
accanto a "Ricambi Iannuzzi"
e a "Mani di Fata".
Infoline: 3395876415

martedì 15 maggio 2018

“Delle rose e di altri inverni” di Eufemia Griffo



Persuasione
Persuasione (Persuasion, 1818) è un romanzo della scrittrice inglese Jane Austen, pubblicato postumo dal fratello e composto tra il 1815 e il 1816. La scrittrice inizierà a lavorare a questo romanzo immediatamente dopo aver finito Emma. È l'ultima opera completa scritta poco prima dell'aggravarsi della malattia che la porterà alla morte nel luglio del 1817.
Il titolo del romanzo, che non fu scelto dalla Austen poiché morì prima che fosse pubblicato, si riferisce alla persuasione che ha subito Anne Elliot nel rifiutare il Capitano Wentworth e a quella che gli altri personaggi del romanzo subiscono o rifiutano di subire. Molti critici ritengono che il titolo del libro sarebbe stato The Elliotts.
Anne Elliot è la secondogenita di Sir Walter Elliot. La madre di Anne è morta da tempo e la sorella maggiore, Elizabeth, ha preso il posto della madre nel curare i rapporti con il vicinato, ma ha un carattere molto simile a quello del padre. La sorella minore Mary, ha sposato Charles Musgrove, figlio di un rispettato squire. Nessuno della sua famiglia prova compassione per Anne che sembra destinata a rimanere zitella poiché avendo già 27 anni non si è ancora sposata. Otto anni prima Anne era stata persuasa da Lady Russell, la migliore amica di sua madre, a rompere il fidanzamento con il Capitano Frederick Wentworth che lei amava profondamente. 



Lady Russell aveva ritenuto che la scelta di Anne era poco saggia perché sposare un povero ufficiale di marina, senza un'importante famiglia alle spalle, non dava grandi prospettive per il futuro. Ma Anne e il Capitano Wentworth si rincontrano. Grazie alle guerre contro Napoleone, Frederick ha avuto una promozione e ha ricevuto un premio di 25.000 sterline. Tutti i Musgrove, compresi Mary, Charles e le sue due sorelle Louisa e Henrietta, sono felici di avere i Croft e Frederick a ravvivare il vicinato. Entrambe le sorelle sono attratte da Frederick, nonostante Henrietta sia già fidanzata con il pastore Charles Hayter che tuttavia non è adatto ad Henrietta perché proviene da una famiglia socialmente inferiore ai Musgrove. Intanto, sia Charles e Mary sia i Croft, scommettono su quale delle due sorelle sceglierà Frederick. Un giorno il Capitano Harville, amico di Frederick, che abita a Lyme vuole organizzare un'escursione. Durante il soggiorno a Lyme, Louisa cade e batte il capo a terra. Tutte le persone che le sono vicine sembrano darla per morta ma Anne interviene prestandole i primi soccorsi e fa chiamare un medico. L'atteggiamento di Anne nei confronti di Louisa, scatena l'ammirazione di Frederick. Louisa si riprende molto lentamente al punto che la sua situazione la fa avvicinare al Capitano Benwick, un amico di Frederick. Successivamente si fidanzeranno e poi si sposeranno. 


Nel frattempo Sir Walter, Elizabeth e Mrs. Clay, figlia vedova dell'amministratore di Sir Walter, si trasferiscono a Bath. Essi sperano di vivere in maniera tale da poter risparmiare e riportare stabili le condizioni economiche degli Elliot. Qui incontrano il cugino ed erede di Sir Walter, William Elliot, che cerca di riprendere i rapporti con la famiglia del baronetto che si erano bruscamente interrotti anni prima. Elizabeth spera che questo riavvicinamento sia dovuto al fatto che voglia sposarla, mentre Lady Russell suppone che William sia interessato ad Anne. William Elliot pare essere un perfetto gentiluomo ma Anne non si fida completamente di lui e delle sue intenzioni. Infatti lo ritiene poco chiaro nei suoi comportamenti. Tali dubbi vengono chiariti quando Anne scopre che a Bath vive una sua vecchia compagna di collegio, Mrs. Smith, malata e caduta in miseria. Anne va a farle visita e scopre che i coniugi Smith sono stati amici molto intimi di William e della sua defunta moglie. Mrs Smith li aveva incoraggiati nel loro stile di vita dispendioso, ma una volta che erano caduti in disgrazia, li aveva abbandonati al loro destino. Inoltre Mrs. Smith rivela che probabilmente il riavvicinamento di William al padre sia avvenuto solo per salvaguardare i propri interessi, in quanto teme un matrimonio fra Sir Walter e Mrs. Clay. Tutto ciò porta Anne a capire i pericoli della persuasione. Infatti Lady Russell la spinge ad accettare il corteggiamento di William. I Musgrove giungono a Bath per comprare il corredo per le figlie Louisa ed Henrietta che si sposano entrambe ( Henrietta ha deciso di sposare Hayter). Anne e Frederick si riavvicinano e chiariscono i loro sentimenti. Finalmente decidono di fidanzarsi e questa volta la famiglia di Anne non ha obiezioni, considerata la fortuna economica di Frederick. Lady Russell ammette di essersi sbagliata sul conto di Frederick e lei ed Anne rimangono amiche.


Una storia d’amore deliziosa.
«Spero di rendere giustizia a tutto ciò che lei prova e che provano quelli come lei. Dio non voglia che io sottovaluti i sentimenti d’amore e fedeltà dei miei simili. Meriterei totale disprezzo se osassi affermare che solo le donne son capaci di provare vero affetto e di essere costanti. No, io credo che siate capaci di tutto ciò che è importante e onesto nella vita matrimoniale. Credo che possiate essere all’altezza di ogni sforzo e di molta tolleranza nella vita domestica, finché – se mi è concessa l’espressione – finché avete uno scopo, almeno, cioè, finché  la donna che amate vive e vive per voi. Il privilegio che rivendico per il mio sesso ( non è certo invidiabile, non c’è bisogno che lo agognate) è che sappiamo amare di più, anche quando l’esistenza e la speranza sono finite.»
Queste sono alcune delle riflessioni che Anne Elliott, la dolce protagonista di questo racconto, rivolge quasi alla fine del libro al Capitano Harville, sincero amico dell’altro Capitano, da lei tanto amato, Frederick Wentworth. Sono parole mature, consapevoli e forti, parole di una donna che ha conquistato la capacità di esprimersi e di manifestare finalmente la propria volontà. Anne, all’età di diciannove anni, ha commesso l’errore di rompere il fidanzamento con il giovane ufficiale di marina di cui era innamorata perché socialmente inferiore. Questo ha causato la sua infelicità. Si è infatti lasciata persuadere dall’opposizione del padre Sir Walter e dell’amica di famiglia Lady Russell. L’uno, rappresentante di una cinica aristocrazia provinciale, crede solo ai vuoti valori dell’apparenza sociale e della bellezza, e per incompetenza e vanità spende gran parte del suo patrimonio fino ad essere costretto a dare in affitto la bella residenza di Kellynch Hall e a ritirarsi in un appartamento nella meno dispendiosa, ma certamente mondana Bath. L’altra, assunto un ruolo materno dopo la morte prematura della madre di Anne, possiede una grande abilità “persuasiva” che ha trovato terreno fertile nella giovanissima Anne, incapace di affermare le proprie idee e lottare per i propri desideri. Ma a distanza di otto anni Anne è cambiata. L’esperienza della perdita e del dolore le hanno fatto conquistare consapevolezza di sé e recuperare desiderio, volontà e capacità di espressione. È decisa a dare importanza ai suoi sentimenti, ignorando pregiudizi paterni e apparenze sociali.
«Era stata costretta ad essere prudente da giovinetta, ma crescendo aveva imparato ad essere romantica: naturale conseguenza di un inizio innaturale.»
Anne ha la sua seconda occasione di essere felice. La sua trasformazione ed evoluzione interne sono persino accompagnate da una rinascita fisica. La ragazza, all’inizio “pallida e magra”, la cui giovanile bellezza era presto svanita, comincia a riacquistare le attrattive di un tempo suscitando l’interesse e l’ammirazione di chi la circonda. Sono il fascino e l’intelligenza di una donna del 1800 svincolati ormai da una condizione di subordinazione senza però mai perdere quell’ideale di decoro e compostezza così caro alla Austen.


Persuasione  è  il romanzo più romantico ma anche più malinconico dell'autrice inglese, una lettura piacevole e scorrevole. Ha uno stile immenso e impareggiabile, possiede l'incredibile capacità di catapultare il lettore  in quel periodo, di fargli vivere la storia che viene raccontata come se fossi là, spiando di nascosto ciò che accade. La Austen delinea con pochi tratti (spesso taglienti e ironici) i personaggi, raccontandoli con i loro pregi e difetti. Persuasione è il racconto di un grande amore che non si affievolisce né con il passare del tempo, né con il cambiamento degli stati interiori.
Appassionante e intenso, dolce e delicato, il libro descrive una speranza che non muore, un amore che resiste al tempo, alle situazioni, alle tentazioni, ai fraintendimenti e ai disaccordi.

Eufemia Griffo

Clicca qui per leggere l’articolo “JANE AUSTEN e quella sottile seducente ironia”